Ristorante Prato, Ristorante Il Mercante

Servizi

La vogliadi..... cucina sul luogo dell'evento con personale altamente qualificato e attrezzature mobili di sua proprietà; il personale di sala è formato da Professionisti ed è disponibile con gentilezza a qualsiasi evenienza. La nostra attività è il "Catering e Banqueting", ristorazione ad alti livelli ovunque. Grazie alle nostre attrezzature ed alla nostra mobilità, siamo in grado di operare in qualsiasi luogo; a Casa vostra, in Ville d' epoca, in Castelli, in Cascine antiche.....e naturalmente in qualsiasi altro luogo voi desideriate per rendere la vostra occasione "Indimenticabile". Oltre all' ampia scelta di luoghi adeguati alle vostre esigenze per conferire alla festa ed ai vostri ospiti le migliori attenzioni, nostra peculiarità è la scelta del Menù, curata insieme ai nostri Chef. E non solo questo, ma anche l 'attenta cura nella ricerca dei tovagliati tutti in fiandra di cotone, dei servizi da tavola, delle cristallerie e della posateria in argento piu' pregiato, compongono la cornice per un giorno che vogliamo rendervi "Incantevole". Se lo desiderate, possiamo inoltre provvedere; alle musiche e agli addobbi floreali, al servizio fotografico e alle videoriprese ,e anche a quelli che noi chiamiamo "dettagli" la realizzazione in tema di un sogno da Voi ricercato, e da voi richiesto.

Il menù della festa in genere è piuttosto importante, con entrées a base di pesce o verdure o salumi o carni affumicate, calde e fredde, cui segue un assortimento di due primi, a volte completati da un consommé. Due sono anche i secondi piatti, accompagnati da degni contorni: uno a base di pesce e uno di carne, magari inframmezzati da un fresco sorbetto al limone o alla menta. I formaggi sono di solito seguiti da un leggero gelato o da una mousse, accompagnati da frutti di bosco o esotici. Dopo la frutta il dolce nuziale, legato al luogo in cui si svolge il ricevimento e al suo stesso tono, campestre, classico, gelato, semifreddo, eccetera. Un'alternativa al pranzo può essere il buffet consigliabile soprattutto se si hanno a disposizione, nella bella stagione, ampi spazi all'aperto. Il menù non cambia di molto, l'importante è tenere presente che in questi casi molti invitati finiscono per loro stessa comodità, per mangiare in piedi. Meglio dunque metterli in condizione di poterlo fare con pietanze che non siano difficilissime da maneggiare in questa posizione. In entrambi i casi può essere piacevole un sottofondo musicale per trasformare il ricevimento in una festa danzante nelle ore che seguono, anche quando gli sposi si siano allontanati verso ... nuove rotte.

Il giorno del vostro si
Come rendere indimenticabile

Classico o moderno, tradizionale o 'alternativo', sfarzoso o intimo; quale che sia la scelta dettata dai gusti e dalle esigenze dei diretti interessati, l'organizzazione di un matrimonio rimane pur sempre un impegno lungo ed estenuante che assorbe tempo, energie e non trascurabili oneri economici.
Gli aspetti pratici ed organizzativi si vanno chiarendo in ogni caso in corso d'opera e seguono ad alcune scelte di fondo che gli sposi dovranno necessariamente affrontare in prima istanza, ossia la scelta del rito civile o religioso, l'individuazione del periodo o stagione in cui svolgere la cerimonia e, infine, la ricerca di un modello o tipologia di matrimonio che possa avvicinarsi il più possibile ai propri gusti e alle proprie necessità. Quest'ultimo aspetto crediamo sia indispensabile per la buona riuscita di una qualsiasi cerimonia.
La tendenza attuale garantisce una assoluta libertà di scelte e di stili.
Generalmente si tende a snellire la cerimonia, a optare per soluzioni più disinvolte e minimaliste, privilegiando alcuni aspetti piuttosto che altri ( ad esempio il viaggio di nozze rispetto a un ricevimento fastoso e con tutti i crismi del caso). Alcune tradizioni sono state totalmente sovvertite e i nuovi usi rispecchiano significativi cambiamenti del costume: pensiamo, ad esempio, allo slittamento dell'ora della cerimonia dal mattino (11-12) alla fascia pomeridiana e serale, solitamente preferita, oppure alla scelta di giorni feriali (lunedì, giovedì) piuttosto che festivi (sabato e domenica), o ancora alla preferenza accordata a buffet, cocktail o cene con intrattenimento musicale e danze, piuttosto che al pranzo tradizionale con numerose portate e cornice classica (villa, palazzo o castello).
Criteri meno rigidi e formali rispetto al passato sono adottati anche per quel che concerne la divisione delle spese in genere ripartite equamente fra le famiglie.

Addobbo floreale : un dettaglio irrinunciabile

fiori, non soltanto bianchi, come vuole la tradizione, ma anche nelle profumatissime e colorate varietà di stagione, sono sicuramente tra i protagonisti dell'intera giornata: dal bouquet della sposa all'addobbo dell'auto, dagli allestimenti floreali della chiesa alle composizioni e ai centrotavola che completano l'arredo e la cornice scenografica del ricevimento.
Anche in questo caso, trattandosi di un dettaglio assolutamente fondamentale per garantire alla cerimonia un tocco unico e di grande effetto, sarà opportuno rivolgersi almeno tre mesi prima a un esperto fiorista con il quale scegliere e studiare il tema floreale più adatto.
Gli addobbi della chiesa e i motivi decorativi del ricevimento dovranno coerentemente riproporre il tema scelto per il bouquet, in sintonia con l'imprinting dato alla cerimonia (stile classico, romantico o moderno). La tradizione vuole che sia il futuro sposo a ordinare, scegliere e recapitare o far recapitare alla sposa, il giorno stesso delle nozze, il bouquet; il dono assume così il significato di solenne promessa d'amore. La scelta del bouquet dovrà necessariamente intonarsi allo stile della sposa e soprattutto all'abito indossato. Il bouquet classico, adatto a qualsiasi tipo di figura, è quello 'rotondo', a fiori piccoli; più impegnativo e importante quello 'ricadente', con fiori a grappolo; adatto a composizioni con fiori a gambo lungo (tulipani e rose) il bouquet 'a fascio' che la sposa dovrà sostenere con il braccio.
Per quanto riguarda la scelta dei fiori è lasciata assoluta libertà di fantasia e di gusto, anche se è sempre preferibile restringere la ricerca ai fiori di stagione.
Fiori classici e intramontabili, ai quali la tradizione stessa e il simbolismo cristiano associano significati profondi e bene auguranti sono: le rose (amore, passione, fedeltà); i fiori d'Arancio (simbolo di innocenza e fecondità, da sempre legati alle nozze); i gigli (quelli bianchi indicano purezza, candore); le primule (giovinezza, primo amore); le più esotiche orchidee e gardenie; l'edera (pegno di fedeltà e amore assoluto); la felce (sincerità); le margherite (freschezza e innocenza). Spighe di grano, frutta, girasoli potranno essere utilizzati per composizioni e centrotavola di sapore rustico e campestre. I costi, anche in questo caso, possono essere solo indicativi.
La spesa per il bouquet della sposa varia in media dalle 80.000 alle 200.000 lire (41,32-103,29 euro); identica la cifra per l'addobbo dell'automobile, l'addobbo floreale della chiesa si aggira fra il mezzo milione e i 2 milioni di lire (258,23-1032,91 euro); l'allestimento del ricevimento va da un minimo di 1.500.000 a un massimo di 3.500.000 (774,69-1807,60 euro). Un altro milione servirà per la decorazione dei tavoli.

A tre in tavola Oramai lo sanno tutti

Ci si sposa in modo molto meno convenzionale e complicato di una volta, ma l'obiettivo resta comune: realizzare un matrimonio che, soprattutto agli occhi dei nostri ospiti, sia indimenticabile. Indipendentemente dallo stile sul quale decideremo di improntare il nostro ricevimento di nozze l'obiettivo sarà quello di creare la scenografia e l'atmosfera adatte all'evento scegliendo un luogo suggestivo e particolare che risponda alle nostre esigenze e alla nostra personalità'.